RISERVA NATURALE REGIONALE BOSCO DI DON VENANZIO Pollutri

A due passi dalla foce del fiume Sinello, il Bosco di Don Venanzio è uno degli ultimi lembi di foresta planiziaria della costa adriatica, protetto dal 1999 con l’istituzione di una Riserva Naturale.

Il bosco si estende per 78 ettari ed è costituito da una serie di terrazzi fluviali progressivamente decrescenti dove è possibile osservare: Brasche, Ranucoli, Sedano d’acqua, Crescione, ed alberi di rare specie igrofile (specie cioè, che “amano l’umidità”) che sfiorano i 30 m di altezza e il metro di diametro, come nel caso di alcune Farnie o del Frassino meridionale. È di estremo interesse, inoltre, la persistenza di specie vegetali tipicamente montane, come il bucaneve o l’anemone appenninica, testimoni dell’arcaico paesaggio forestale e di un’epoca in cui il clima della zona era diverso da quello odierno. La fauna locale è rappresentata dai vari uccelli migratori, frequenti nelle zone costiere temperate, da volpi, tassi, talpe e ricci.

L’interno del bosco è percorribile da un viale che affianca il canale di alimentazione di un antico mulino. Gli altri percorsi si sviluppano sui margini esterni del bosco e lungo le rive del Sinello. L’accesso al bosco è in prossimità di un antico casolare, al cui interno si trovano il Centro Visite ed un Museo sul bosco.

L’ingresso al sito è gratuito, su richiesta è possibile effettuare una visita guidata.

INFORMAZIONI:

0872/50357 – 333/2489551

Meteo