TERME ROMANE Vasto

A Vasto, il Parco Archeologico delle Terme Romane, tornato in luce in seguito ad estesi scavi archeologici e lavori di valorizzazione completati nel 1998, conserva alcuni dei mosaici più importanti ed estesi sinora rinvenuti lungo l’intera costa medio adriatica, con una superficie complessiva di circa 250 mq., oltre ad una serie di ambienti di servizio con resti di pavimentazione termale, vasche, cisterne, ed una grande sala pavimentata con marmi pregiati.

I mosaici del Nettuno, molto estesi, sono caratterizzati da una decorazione molto articolata, basata su un raffinato intreccio di elementi vegetali stilizzati, che definiscono un campo centrale a forma di quadrifoglio, all’interno del quale campeggia la possente figura del dio marino con il tridente. La divinità è rappresentata con grande abilità nella resa dei particolari anatomici e con straordinaria ricerca degli effetti tridimensionali. Su tutti i lati ci sono altri otto riquadri, all’interno dei quali sono raffigurate quattro Nereidi, due in sella a cavalli, una ad un drago, e una ad un cavallo marino. La composizione è inserita in un complesso di altri quadrifogli e rosette decorati con raffinati motivi vegetali. La grande maestria nella resa del chiaroscuro è evidente nella realizzazione dei particolari anatomici delle figure e conferma la presenza, nella Histonium della prima metà del II secolo d.C., di raffinate maestranze in possesso di grande abilità e capacità tecnica.

Meteo