VALLONE CACCAVONE Celenza sul Trigno

Il Vallone Caccavone, nella valle del Trigno, rappresenta una delle linee di drenaggio principali del territorio, dove in un’area di notevole interesse naturalistico e paesaggistico convivono ecosistemi eterogenei. L’importanza del sito, sia dal punto di vista vegetazionale che faunistico, è confermata dal fatto che parte terminale del Vallone Caccavone rientra all’interno del SIC (Sito di Interesse Comunitario) “Fiume Trigno medio e basso corso”.

Le sponde sono caratterizzate dalla presenza di piante erabacee che si sviluppano anche al di sopra della superficie dell’acqua come i crescioni, la menta acquatica e il nontiscordardimè delle paludi. Man mano che ci si allontana dalle linee di deflusso delle acque sorgive, s’incontrano l’ontano nero, il salice comune, il pioppo nero, l’olmo campestre e la sanguinella. A quote maggiori si individuano boschi di querceti misti, come querceti a roverella, macchie di leccio e boschi di cerro. In corrispondenza della valle del Trigno, alle quote minori, si osservano invece boschi mediterranei a latifoglie sempreverdi costituiti prevalentemente dal leccio, spesso associato ad arbusti di carpino orientale, di frassino e a liane. A bordare i boschi sempreverdi c’è un’ampia fascia di macchia mediterranea contraddistinta dalla presenza del ginepro, della fillirea, del lentisco e del cisto. Un’importante peculiarità floristica è costituita dalla presenza di Serratula cichoracea, nota in Abruzzo solo in questa località.

Trekking nel Vallone Caccavone:

Il percorso, di tipo circolare e lungo circa 10 km parte da San Giovanni Lipioni. 

INFORMAZIONI:

Alessio Massari 349/1360481.

Meteo