LANCIANO

Altitudine: 265 m s.l.m.
Abitanti: 36.304
Telefono: 0872/7071
Municipio: Piazza Plebiscito, 59

Notizie Storiche

LANCIANO

La città di Lanciano vanta una storia millenaria. Fu fondata, prima di Roma, da Solima, mitico compagno di Enea, che la chiamò Anxanon in onore del fratello Anxa.
La città antica si estendeva su tre colli, in vista dell’Adriatico e della Majella, distinta in quattro quartieri, con nove porte, lungo la cerchia delle vecchie mura, e nove fontane.
Divenuta municipio romano nel II sec. a.C., divenne famosa nei secoli per le sue famose nundinae o fiere, grazie alle quali rappresentò sempre un centro vitale di scambi commerciali.
Nei secoli successivi continuò ad essere un abitato importante, come testimonia anche la costruzione in età romana del Ponte di Diocleziano, l’ardito ponte, che con le sue possenti arcate sostiene la Cattedrale e che ha congiunto per secoli il centro abitato con il “prato delle fiere”.
Alla caduta dell’Impero Romano seguirono la dominazione bizantina e longobarda. Nel XIII sec. ebbe un periodo di forte vitalità soprattutto grazie alla politica di Federico II. Fu poi elevata a rango di Civitas nel XVI sec.
Fulcro nei secoli della cittadina fu la Piazza Plebiscito, in cui i quartieri del centro storico si intrecciano ancora oggi con la parte nuova e vitale dell’abitato. Sulla piazza si affacciano edifici-simbolo della città quali la Cattedrale, la Chiesa del Miracolo, il Palazzo Comunale, la torre civica, il Teatro Fenaroli. La vita della città si svolgeva nei quartieri storici che ancora oggi conservano la primitiva conformazione e testimoniano con i molteplici e pregevoli monumenti la vitalità artistica e culturale di questo antico centro frentano.
Tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, a causa della crescita economica e demografica, la città si andò sviluppando in modo considerevole verso la parte che era un tempo dedicata alle Fiere cittadine, dando vita alla Citta Nuova.

Meteo

Dove siamo

Sai già dove andare?

Scopri le offerte

Galleria Fotografica